FONDAZIONE PASQUALE CELOMMI ONLUS

Switch to desktop Login

BANDO VIII CONCORSO ARTISTICO NAZIONALE "PREMIO CELOMMI"

Il Premio Celommi – VIII Concorso Artistico Nazionale costituisce una speciale occasione per sollecitare gli studenti a cimentarsi non solo nella produzione artistica ma anche in elaborati scritti e/o multimediali e a invitarli alla riflessione sul tema “Libertà va cercando ch’è sì cara...” (Purgatorio, Canto I, v. 71).

Art. 1 – Sezioni e Categorie

Sono previste tre sezioni:
A)
Arti visive: pittura, disegno, scultura (tutte le categorie di partecipanti);
B)
Produzioni con tecniche artistiche integrate (scuola secondaria di primo e secondo grado); 

C) Arti visive (per i Licei Artistici).
Sono previste
quattro categorie di partecipanti:

1) studenti della scuola primaria (solo sezione A);
2) studenti della scuola secondaria di 1°grado (sezioni A e B);
3) studenti della scuola secondaria di 2°grado (sezioni A e B);
4) studenti dei Licei Artistici (solo sezione C).

2 – Partecipazione

La partecipazione al concorso è gratuita ed è aperta a tutti gli studenti delle scuole primarie e secondarie di 1° e 2° grado, nei modi sopra descritti. 

È prevista sia la partecipazione individuale che a gruppi purché vengano indicati i nomi degli studenti partecipanti e non solo della/e classe/i. 

Le adesioni alla partecipazione da parte delle istituzioni scolastiche interessate all’iniziativa dovranno essere espresse possibilmente entro il 20 febbraio 2018, con l’indicazione delle sezioni e del numero dei partecipanti. 

I lavori prodotti dagli studenti dovranno pervenire entro il 30 aprile 2018 (farà fede la data del timbro postale) alla Segreteria dell’I.C. Civitella/Torricella (indirizzo come da intestazione) e dovranno riportare la seguente dicitura: “Premio Celommi – Partecipazione Concorso Artistico Nazionale VIII edizione”.

Tutti i dettagi relativi al concorso sono esplicitati nel bando allegato.

I partecipanti possono rivolgersi per consigli pratici e per materiali di supporto alla docente Elena Cicconi tramite l'indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...

Museo di Arte e Storia villa Capuani-Celommi

  • Pubblicato in NOTIZIE

di Viriol D'Ambrosio

Il 18 gennaio 2012 il Comune di Torricella Sicura e la Fondazione Pasquale Celommi ONLUS hanno sottoscritto un importante accordo riguardante il futuro della prestigiosa Villa Capuani-Celommi. La trattativa ha consentito di superare un lungo e pesante contenzioso che si è risolto consentendo al Comune di acquisire la proprietà dell'immobile e delle sue pertinenze e alla Fondazione di ottenerne l'usufrutto trentennale.

La Villa, struttura abitativa che ancora oggi custodisce "tante memorie che in quel luogo potranno riproporre e configurare i più alti valori morali", sarà sede di un Museo di arte e di storia come voluto dalla esimia benefattrice Fulvia Celommi che ha istituito per via testamentaria la Fondazione intitolata al nonno pittore Pasquale Celommi: "la villa che ho a Torricella Sicura sarà sede della Fondazione". In un documento del 1998, intitolato "Finalità della Fondazione Pasquale Celommi", la testatrice scrive che è sua intenzione "realizzare tutto un processo culturale che, coinvolgendo l'arte di Pasquale Celommi e l'eroismo di Mario Capuani, promuovesse, soprattutto nei giovani, l'amore e la ricerca dei più alti valori umani." ... La fondazione ... deve rispondere ai seguenti criteri: dovrà configurare una Istituzione preposta ad attuare alcuni miei ideali diventati punti fermi e meta irrinunciabile della mia vita trascorsa tutta nella ricerca delle basi e degli enti culturali finalizzati alla realizzazione dell'umanità dell'uomo desumibile soprattutto dalla ricerca dei più alti valori etici, sociali, estetici. Penso che, solamente in questo ambito l'autore e promotore di una fondazione può sperare di trasferire nel futuro i suoi ideali sociali, civili, etici, estetici, umanitari, in una parola i suoi "ideali" esistenziali perché qualcosa della propria "persona" e della propria "storia" permanga oltre i limiti dell'esistere individuale. ... Oggi, più di ieri, quella villa costituisce un luogo nel quale memorie e cimeli continuano a scrivere una storia illustre che tocca ed esalta vari campi del sapere e realizzano nella molteplicità, varietà, complessità delle istanze conoscitive, la sintesi dei vari saperi indirizzati e volti a formare la sintesi complessa e risolutiva della cultura.... Oggi quel complesso riveste un altissimo valore storico non solo per essere una delle rare testimonianze di un linguaggio architettonico illustre oggi desueto, ma anche perché fu luogo di nascita e di attività professionale e sociale del medico martire, medaglia d'oro della resistenza, Mario Capuani. L'eroe, in questa sua casa, costituisce ancora una scuola sociale e civile, intesa a promuovere nell'uomo, i più alti valori che rendono possibile la configurazione della umanità stessa. In questo contesto l'arte, quale conoscenza pura, intesa a cogliere l'essenza del vivere può manifestare le sue valenze, soprattutto metafisiche, e le sue finalità configurabili nelle forme e nelle istanze più complesse e talora eroiche del vivere. Come nessun'altra realtà ed attività umana l'arte può tradurre in valori espressivi il significato intraducibile della vita per renderlo, nelle forme logiche o metalogiche, sapienza eterna."
Per realizzare queste finalità, il 27 febbraio 2007, con atto notarile, è stata costituita la Fondazione Pasquale Celommi "ONLUS" la quale, il 9 luglio 2007, ha ricevuto il riconoscimento della personalità giuridica dalla Prefettura di Teramo. Tale istituzione, intitolata al nonno pittore della professoressa Fulvia Celommi, "l'artista abruzzese che nei suoi dipinti esaltò i valori religiosi, sociali e morali della sua terra e della sua gente", si configura come organizzazione non lucrativa e di utilità sociale, avendo anche ottenuto il riconoscimento dalla Direzione Regionale dell'Agenzia delle Entrate e, per questo, può essere destinataria del 5 per mille in sede di dichiarazione dei redditi. Tale Fondazione, che ha sede presso la Villa Capuani-Celommi, non ha fini di lucro ed è Istituto di cultura teso ad esaltare i valori morali, etici ed estetici dell'uomo. Essa, nel perseguire esclusivamente finalità di utilità sociale, svolge attività di promozione, di formazione, di ricerca e di studio nel settore della cultura, delle arti figurative e non figurative e della comunicazione in generale. In particolare essa cura lo sviluppo della conoscenza nel campo: - delle arti, in particolare di quelle figurative e musicali; - della storia locale, soprattutto negli aspetti metodologici; - del patrimonio storico e archeologico; - delle tradizioni locali colte anche attraverso l'espressione folclorica; - linguistico, con priorità dell'insegnamento delle lingue greca e latina, ma anche dei dialetti locali, quale patrimonio indispensabile per l'identificazione e la coscienza dell'autenticità popolare; - delle scienze architettoniche, finalizzate alla creazione e al recupero della coscienza dell'ambiente, per la difesa del paesaggio naturale, del patrimonio architettonico e artistico, per il risparmio energetico e l'impiego di fonti rinnovabili di energia; - della medicina naturale centrata sulla prevenzione e su una visione olistica tra fattori biotici e abiotici; - dell'agricoltura e dell'alimentazione salutare e tradizionale; - delle scienze astronomiche, soprattutto nella prospettiva storica e della divulgazione scientifica. Per il raggiungimento di queste finalità la Fondazione può istituire e gestire una o più sedi museali; istituire o gestire scuole, corsi di perfezionamento o di specializzazione, corsi di aggiornamento rivolti a docenti e ad altri operatori scolastici; istituire o gestire borse di studio e di ricerca; gestire una propria biblioteca specialistica e propri archivi; svolgere attività di edizione di riviste, di pubblicazioni e di stampe di cultura e d'arte. La Fondazione cura e organizza mostre retrospettive, storiche e documentarie, mostre personali di artisti italiani o stranieri e, in genere, qualsiasi altra manifestazione artistica nel dominio dell'arte. Per la realizzazione del museo di storia del novecento, in particolare della Resistenza, tra la Provincia di Teramo, il Comune di Torricella Sicura e la Fondazione Celommi è stato siglato un protocollo d'intesa. Il Museo che si intende realizzare è visto come centro culturale di incontro, di confronto e di ricerca concepito quale strumento formidabile per concorrere all'informazione e alla formazione dei giovani, senza le quali una società è condannata a smarrire la propria storia, il senso di sé, la possibilità di costruire un futuro migliore.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Fondazione Pasquale Celommi onlus © Codice Fiscale 016 30 180 675

Top Desktop version